domenica 6 marzo 2011

La tecnica del Barrè

La tecnica del Barrè consiste nel premere più corde contemporaneamente, come puoi vedere dalla foto, generalmente con il primo dito, ma talvolta, anche se raramente e solo per barrè piccoli, ossia di 2 o 3 corde, può capitare di dover utilizzare il terzo dito. 


Si tratta di una tecnica di NON facile esecuzione. Questo è risaputo. Anzi spesso può portare il chitarrista principiante a demoralizzarsi.


Il consiglio che viene dato a chi intende approcciarsi al barrè è quello di esercitarsi il più possibile, di insistere e di non arrendersi, perché prima o poi i risultati arriveranno! E' verissimo! L'esercizio è tutto... E non puoi neppure aspettarti di riuscire a eseguirlo alla prima senza alcuna sbavatura e senza un minimo di fatica.


Sono richieste diverse settimane, o talvolta anche meno, per abituare la muscolatura della mano all'esecuzione del barrè e successivamente agli accordi in barrè, e ancora più tardi al passare armoniosamente da un accordo in barrè a un accordo aperto.


Ma è ancora più importante che il costante esercizio sia corretto e ben approfondito, per evitare di dover tornare indietro successivamente sui punti non considerati all'inizio (esperienza personale).


Voglio renderti ora partecipe di una lezione sul barrè della scorsa settimana a un mio allievo. Si chiama Cesare. Lui è uno dei pochi casi fortunati che già dall'inizio riesce a premere e suonare tutte le corde senza che nessuna risulti tappata! Lì per lì la sua (e la mia) grande soddisfazione impediva di notare alcuni piccoli dettagli da rifinire.


Il barrè di Cesare poteva andare bene. Anzi proprio per questo lui parte effettivamente da una situazione molto avvantaggiata rispetto alla media. 


Avrei potuto non dirgli nulla e insegnarli subito un bel Fa maggiore (accordo con barrè al primo tasto), ma ho ritenuto più opportuno rimandare in un secondo momento per perfezionare la posizione della mano sinistra.


Ciò che distingue un barrè ben fatto da un barrè "arrangiato" NON è, come si suole pensare, il solo fatto di riuscire a suonare tutte le corde premute. Non si tratta quindi solo di un aspetto acustico, ma anche visivo per l'insegnante e tattile per lo studente.


La capacità che dobbiamo acquisire è quella di isolare le dita e sentirle una per una.


Non appena chiesi a Cesare di "distanziare" le dita dall'indice e muoverle in scioltezza, il barrè non suonava più... Risultarono tappate la quarta, la terza e la seconda corda.


Il barrè viene studiato con fin troppa superficialità e spesso ci si accontenta di far suonare le 6 corde o addirittura soltanto 4 o 5 di esse (tanto si dice che solo alcune di queste vanno suonate...). E la conseguenza è ovviamente quella di impostare la mano in modo piuttosto dilettantistico.


Lo scopo del barrè non deve limitarsi alla sola "costruzione degli accordi", ma anche alla loro naturale successione. Per questo le altre dita devono essere libere di muoversi tra le corde, mentre l'indice e il pollice rimangono ANCORATI alla tastiera.


Ciò implica che, una volta acquisita la tecnica del barrè, potremo utilizzarlo attraverso esercizi avanzati che tenderanno a sviluppare una maggior consapevolezza della mano, oltre che un incremento della resistenza muscolare.


Nel mini e-book che trovi qui sotto "Il barrè che non ti è mai stato insegnato" ho deciso di esporre gli errori più comuni e i principali punti da prendere in considerazione per un'ottima esecuzione del barrè


Mi rivolgo in particolar modo a chi sta suonando i primi giri armonici privi di barrè e vuole/può iniziare a imparare questa tecnica, ma anche a chi esegue già il barrè e vuole verificare che stia facendo tutto nel modo giusto.


Detto questo, ti prego di esercitarti quanto possibile, e, una volta che non avrai più problemi nell'esecuzione, di tornare su questi punti per assicurarti di non tralasciare nulla. Solo allora potrai accedere agli esercizi più avanzati.


Lascia ora i tuoi dati qui sotto e scarica il tuo report gratuito!
















 

Scarica subito GRATIS

"Il barrè che non ti è mai stato insegnato"

scopri ora i segreti per una corretta esecuzione








0 note:

Posta un commento

I commenti volgari, offensivi o SPAM non verranno pubblicati.