Desideri un programma personalizzato di Chitarra che ti renda un abile chitarrista a tempo Zero e avere una mappa dettagliata per avere successo con la Chitarra da oggi in avanti? 


Bene, ecco la tua occasione. Trascorrerò un mese intero con te e ti fornirò tutti gli strumenti per suonare la Chitarra al massimo delle tue potenzialità, improvvisare, creare il tuo repertorio musicale e arpeggiare o accompagnare le tue musiche preferite. Leggi le testimonianze di alcuni dei miei allievi e contattami per la tua Prima Sessione Strategica Gratuita. 




Testimonianze


Iniziai lo studio della chitarra classica da solo, ma dopo poco tempo mi ero arenato senza poter progredire. Con le lezioni di Davide Esposito ho conosciuto un supporto allo studio della chitarra e della musica che non immaginavo si potesse avere online! E ho scoperto un maestro capace di coinvolgere anche la mente più pigra e la mano più stanca nel produrre non suoni e sonorità bensì: MUSICA. Non è tardi per riprendere un vecchio progetto o un sogno lasciato nel cassetto per troppo tempo (come ho fatto io). Si può sognare di suonare la chitarra oppure vivere il sogno.

[Gianfranco Iasiello - Ingegnere]




Sono un pasticcere di 50 anni e il mio lavoro mi tiene impegnato parecchio. Ho sempre sognato di saper suonare la chitarra. Due anni fa, grazie alle Lezioni di Chitarra Online di Davide Esposito sono entrato in contatto diretto con un vero professionista. Oggi riesco a suonare i pezzi che ho sempre sognato come "Giochi Proibiti" "La Bourèe", "La Cavatina" e "Feste Lariane".

[Simone Maglia - Pasticcere]








Le Lezioni di Chitarra Online di Davide Esposito sono una vera e propria svolta: oltre a perfezionarti e migliorarti in davvero poco tempo, ti permettono di avere costantemente sotto mano un vero e proprio repertorio da esibire in qualunque momento!

Davide è un professionista e sa cosa ti serve per migliorare davvero! OTTIMO!

[Davide Buonanno - Chitarrista]








Seguito dal Chitarrista classico Davide Esposito, apprendo con facilita tecniche e musica. Con i piccoli accorgimenti e suggerimenti che mi trasmette riesco a migliorarmi giorno per giorno. La professionalità e la capacita di suonare e di insegnare  lo strumento da parte di Davide, sono fuori discussione. Si lavora su tecniche di arpeggi, parte solista ed accordi con la massima tranquillità. Porgo un grosso saluto a tutti, con l'augurio di buone lezioni.

[Stefano Murgia - Vigile del Fuoco]






Allora, iniziamo? Clicca qui sotto e richiedi la Tua Sessione Strategica Gratuita



venerdì 20 maggio 2011

Tastiera della Chitarra

chitarra
Questa settimana rispondo a una domanda che mi viene posta molto spesso. 


Come faccio a ricordare a memoria tutti gli accordi e le note sulla tastiera della chitarra? 


Questo dubbio sorge facilmente quando si iniziano a vedere le prime forme accordali senza un minimo di base teorica. Fa parte delle primissime preoccupazioni. 


Si sente parlare di Sol maggiore, Mi minore, Re7 e poi arrivano addirittura quei mostri terribili come Lasus4, Mib7/Sol,  Do7+ e compagnia bella. Ma rassicuro col dire che sono molto più terribili i loro nomi che non la loro applicazione! ;-)


A livello pratico è sempre tutto molto più semplice di quanto non sembri.


Per tornare al discorso originario, in verità direi che non è necessario ricordare tutti gli accordi a memoria e non è neppure poi così facile, almeno finché non si tratta solo degli accordi in prima o in seconda posizione (dove con "posizione" intendiamo il tasto premuto dal primo dito). 


Sappiamo che nella chitarra, essendo uno strumento a corde, una singola nota si può trovare in più punti della tastiera. 


Es: Lo stesso Si della seconda corda a vuoto, si trova anche sul IV tasto della 3^ corda, sul IX tasto della 4^ corda, sul XIV tasto della 5^ corda e sul XIX tasto della 6^ corda.


Da qui è deducibile che anche uno stesso accordo, che è semplicemente un insieme di più note, può essere suonato in diversi punti della tastiera, anche se  eseguito ovviamente in diverse posizioni.


Ed è proprio per questo che risulta poco utile "ricordare a memoria" TUTTI gli accordi, anche perché ne esistono di diversi tipi oltre agli accordi maggiori e minori. Per di più sono tutti trasportabili lungo la tastiera della chitarra.


Ciò che invece risulta indispensabile per ogni chitarrista, è una buona conoscenza della tastiera,  imparando a riconoscerne ogni nota, e una buona padronanza del linguaggio musicale; ovviamente il tutto unito a certe capacità tecniche che si acquisiscono con il tempo, altrimenti non sappiamo cosa farcene di tutte quelle note. :-)


Quindi, più che limitarci a "ricordare" le posizioni sulla chitarra (memoria digitale), forse ci complicheremmo meno la vita se imparassimo a costruirli e capirne il senso armonico (memoria armonica) Questo è possibile una volta acquistata una discreta consapevolezza/conoscenza della tastiera e della relazione tra le varie note.


Nella chitarra classica abbiamo 19 tasti, salvo i modelli di 3/4 (chitarre per bambini) che generalmente s fermano a 18. Troviamo un tasto in più in alcuni particolari modelli e in genere nella chitarra acustica. 2 tasti in più invece nelle chitarre elettriche. Ovviamente questi sono tutti dati standard. E' chiaro che esistono delle eccezioni!


Ecco un chiaro schema della tastiera della chitarra, che fa sempre comodo :-)


chitarra-tastiera

Dal XII tasto in poi è semplice, in quanto qui ogni corda raggiunge la sua "ottava superiore", cioè il Mi giunge al Mi più acuto. Per cui le note successive si ripetono come dal primo tasto.


Se vuoi imparare a costruire gli accordi di base, ossia le triadi maggiori e minori, dai un'occhiata al mio articolo  "Cosa sono gli Accordi?"

E se sei all'inizio dei tuoi studi, ricevi ora via mail il report omaggio.














Scarica ora il Tuo Report
"Non puoi iniziare a suonare la Chitarra senza sapere questo!"
E' GRATIS!
Inserisci solo il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail!


Special Report

3 commenti:

  1. Ciao Davide,
    hai toccato una dei tanti problemi che "assillano" chi comincia a suonre la chitarra, cosi' come assillo' me tanti anni fa :-) !

    Oggi io consiglio un piccolo esercizio (volendo, un piccolo gioco) con poche e semplici "regole":

    * partire con un metronomo molto lento (non più di 50-60 per ogni nota, ma si puo' partire anche con una velocità minore all’inizio)
    * sceglire una nota da cercare
    * cercarla su tutta la tastiera (come hai detto tu benissimo nell'articolo)
    * quando questa operazione viene perfettamente si possono avere due strade:
    1. ricominciare con un’altra nota
    2. continuare con la stessa nota, ma aumentando la velocità
    * continuare cosi’ fino a che non si sono trovate tutte e 12 le note su tutta la tastiera.

    Ovviamente più si aumenta la velocità più le cose si fanno complicate, ma se si riesce a trovare una nota quando il metronomo è a 140-150 senza sbagliare nessun colpo, sicuramente si sa PERFETTAMENTE dove si trova quella nota su tutta la tastiera della chitarra!

    Ciao

    RispondiElimina
  2. Ciao Davide! Articolo come sempre utilissimo! :-)))
    Vorrei chiederti un parere però: io ho un problema che è quello di non riuscire mai ad individuare le note sulla tastiera; ne ho parlato con la mia insegnante e mi ha detto di contarle e contarle finché non mi viene automatico, anche se ci vorrà del tempo.
    La ritengo una musicista validissima, ma mi chiedevo se non ci fosse qualche altro metodo più "conveniente"!

    Confido in te! :-)

    Grazie, Sabrina

    RispondiElimina
  3. Ciao Sabrina!

    La tua insegnante ha perfettamente ragione col dire che è questione di tempo.

    Ti consiglio comunque di esercitarti a riconoscere le note dei primi 5 tasti, per poi spostarti lungo il resto della tastiera nel momento in cui ne avrai bisogno.

    Ottimo esercizio è sicuramente quello di eseguire le scale nelle varie tonalità individuando le note che suoni.

    Ma per avere qualche punto di riferimento: pensa che la distanza tra un tasto e l'altro è di un semitono, quindi se salti un tasto sarà di un tonoTenendo presente che al V tasto di ogni corda, e al IV della 3^ corda, abbiamo la nota corrispondente alla corda sotto a vuoto, allora sappiamo che il VI tasto di ogni corda corrisponde al I di quella sotto, eccetto per la 3^ corda in cui sarà il V tasto a corrispondere al I tasto di quella sotto (do).

    In sintesi: per individuare una stessa nota su 2 corde vicine sarà sempre a distanza di 6 tasti o di 5 tra 3^ e 2^ corda.Per quanto riguarda il XII tasto è semplice: sono tutte note un'ottava sopra rispetto alle corde vuote.

    RispondiElimina

I commenti volgari, offensivi o SPAM non verranno pubblicati.