Desideri un programma personalizzato di Chitarra che ti renda un abile chitarrista a tempo Zero e avere una mappa dettagliata per avere successo con la Chitarra da oggi in avanti? 


Bene, ecco la tua occasione. Trascorrerò un mese intero con te e ti fornirò tutti gli strumenti per suonare la Chitarra al massimo delle tue potenzialità, improvvisare, creare il tuo repertorio musicale e arpeggiare o accompagnare le tue musiche preferite. Leggi le testimonianze di alcuni dei miei allievi e contattami per la tua Prima Sessione Strategica Gratuita. 




Testimonianze


Iniziai lo studio della chitarra classica da solo, ma dopo poco tempo mi ero arenato senza poter progredire. Con le lezioni di Davide Esposito ho conosciuto un supporto allo studio della chitarra e della musica che non immaginavo si potesse avere online! E ho scoperto un maestro capace di coinvolgere anche la mente più pigra e la mano più stanca nel produrre non suoni e sonorità bensì: MUSICA. Non è tardi per riprendere un vecchio progetto o un sogno lasciato nel cassetto per troppo tempo (come ho fatto io). Si può sognare di suonare la chitarra oppure vivere il sogno.

[Gianfranco Iasiello - Ingegnere]




Sono un pasticcere di 50 anni e il mio lavoro mi tiene impegnato parecchio. Ho sempre sognato di saper suonare la chitarra. Due anni fa, grazie alle Lezioni di Chitarra Online di Davide Esposito sono entrato in contatto diretto con un vero professionista. Oggi riesco a suonare i pezzi che ho sempre sognato come "Giochi Proibiti" "La Bourèe", "La Cavatina" e "Feste Lariane".

[Simone Maglia - Pasticcere]








Le Lezioni di Chitarra Online di Davide Esposito sono una vera e propria svolta: oltre a perfezionarti e migliorarti in davvero poco tempo, ti permettono di avere costantemente sotto mano un vero e proprio repertorio da esibire in qualunque momento!

Davide è un professionista e sa cosa ti serve per migliorare davvero! OTTIMO!

[Davide Buonanno - Chitarrista]








Seguito dal Chitarrista classico Davide Esposito, apprendo con facilita tecniche e musica. Con i piccoli accorgimenti e suggerimenti che mi trasmette riesco a migliorarmi giorno per giorno. La professionalità e la capacita di suonare e di insegnare  lo strumento da parte di Davide, sono fuori discussione. Si lavora su tecniche di arpeggi, parte solista ed accordi con la massima tranquillità. Porgo un grosso saluto a tutti, con l'augurio di buone lezioni.

[Stefano Murgia - Vigile del Fuoco]






Allora, iniziamo? Clicca qui sotto e richiedi la Tua Sessione Strategica Gratuita



sabato 2 luglio 2011

Chitarra Acustica e Chitarra Classica

Oggi ci tengo a descrivere le differenze tra cui questi 2 magnifici strumenti, così simili eppure così differenti nel contempo. Innanzitutto vediamo la loro morfologia, e poi entreremo nello specifico del suono e della loro collocazione.
    • La cassa armonica: la chitarra acustica presenta generalmente una cassa più grande della classica.
    • La presenza del battipenna: si tratta di una sorta di "virgola" di plastica sotto la buca che ha l scopo di non far rovinare la tavola armonica a causa dell'utilizzo del plettro; questa è presente nell'acustica e non nella classica, poiché quest'ultima è progettata per chi suona con le dita e non col plettro.
    • Le corde: Nella chitarra classica vengono montate 3 corde in nylon (i cantini) e 3 corde in nylon o seta con un sottile rivestimento in metallo (i bassi), Nella chitarra acustica invece sono tutte in metallo.
    • Il modo in cui sono montate le corde: Le corde della chitarra classica vengono fissate al ponticello tramite un piccolo nodo. Mentre quelle per l'acustica presentano un perno che le fissa al ponticello.
    • La forma della paletta e delle meccaniche: ovviamente varia anche a seconda del modello, ma generalmente l'acustica presenta 6 chiavette che sporgono lateralmente rispetto alla paletta e montate posteriormente a questa. Nella classica invece vengono montate 2 meccaniche, una per ogni lato della paletta, all'interno delle quali sono comprese le chiavette (3 in una e 3 nell'altra).
    • Il manico: la chitarra classica ha un manico più spesso e ha sempre la presenza di un tacco tra la fine di questa e la cassa armonica. Questo perché la tensione esercitata dalle corde in nylon è ben maggiore. Nell'acustica il manico è un po' più sottile.
    • I tasti: nella classica vi sono 19 tasti, mentre nell'acustica ve ne sono 20 (dipende anche in questo caso dal modello).

Tutte queste differenze sono uno standard. Esistono sempre alcune eccezioni: ad esempio alcuni modelli di chitarra classica a 20 tasti, oppure con una cassa armonica grande quanto un'acustica, o altro ancora. Ma ovviamente non possiamo entrare nel dettaglio di un ogni singolo caso.


Piuttosto la differenza principale tra una chitarra classica e una chitarra acustica è nel suono. E di conseguenza anche il repertorio e la collocazione dei due strumenti. 


Il suono della chitarra acustica è molto brillante, molto fresco, adattissimo per l'accompagnamento accordale, per il Rock, il Blues, il Country. Mi viene da pensare per esempio e non so se anche tu hai la stessa impressione, ai blue jeans e agli occhiali da sole della Ray Ban! 


Il suono della chitarra classica invece è più caldo, intimo e soffuso (non parlo di potenza, perché qui dipende esclusivamente dal modello, dalle caratteristiche dello strumento ecc. In parole poche da quanti soldi ci spendi!). Adatta alla musica classica, al Flamenco, al Jazz, ad alcuni esempi di musica folkloristica. 


Il suo suono lo vedo simile a un fuocherello in una sera d'inverno e un buon bicchiere di vino rosso! Questa è per lo meno la mia visione, che ad ogni modo è anche schiava del suo tempo. Sono sicuro che domani se ci penso ancora mi verrà in mente tutt'altro! :-D


Chiaramente ognuno poi avrà una sua immagine personale, e anzi vorrei che anche tu che stai leggendo trovassi la tua e me ne parlassi! Anzi quasi quasi in un prossimo articolo approfondiamo proprio questo argomento! Il suono della chitarra e le immagini evocate! Sperando di non finire nella filosofia :-)


Ho dovuto per forza generalizzare, poiché all'interno delle 2 tipologie di chitarre esistono molti modelli che pare sfuggano ad alcuni di questi canoni, più che altro per quanto riguarda le loro caratteristiche sonore. D'altra parte creare un elenco simile che racchiuda tutti i modelli e i sotto modelli, al momento lo trovo inutile e dispendioso.


Per concludere, ed evitando di andare troppo fuori tema, la chitarra acustica e la chitarra classica sono un po' come 2 sorelle con 2 caratteri molto diversi seppur simili. 
Caratteri che, in ogni caso, vengono svelati solo dal musicista in grado di dargli vita.

0 note:

Posta un commento

I commenti volgari, offensivi o SPAM non verranno pubblicati.