giovedì 15 marzo 2012

Giulio Tampalini

Oggi voglio parlarti della mia esperienza con Giulio Tampalini. Io e il mio caro amico Riccardo Angileri, anche lui chitarrista classico come me, abbiamo avuto l'occasione di conoscere questo fantastico chitarrista l'anno scorso in occasione di una masterclass in Abruzzo. Non solo siamo riusciti a conoscerlo, ma lo abbiamo anche "costretto" a darci lezioni di perfezionamento! :-)

Lui, con il suo tipico entusiasmo, ci invita nella sua Accademia Chitarristica di Brescia e al che decidiamo di partire immediatamente senza pensarci un attimo. Immediatamente per modo di dire dato che abbiamo superato alcune fatiche di Ercole prima di riuscire ad accordarci per il giorno dell'incontro. Per non parlare poi del viaggio interminabile e delle 1000 avventure che non sto a elencare. Immagina 2 poveri genovesi a bordo dell'auto di Paperino, quasi privi di senso di orientamento, e limitati a un foglio di carta straccia come mappa. Il navigatore satellitare per noi è troppo sofisticato!

Fortunatamente alla fine ci siamo riusciti! Eccoci finalmente giunti in questo suggestivo scenario lombardo, dove all'interno di un vicoletto, perso in un'atmosfera medievale, irrompeva una sorta di monastero dove ad ogni angolo potevamo udire la voce di una chitarra. Era pieno di ragazzi di tutti i livelli.

Io e Riccardo portammo 2 brani molto diversi tra loro. Lui un brano contemporaneo, il "Decameron Negro" di Leo Brower e io la Fuga BWV 1000 di J.S. Bach. Giulio ci ha ascoltati con molta attenzione e umiltà e questo era lodevole.

Ma la cosa più interessante fu notare come riusciva con poche parole, a farci entrare così facilmente all'interno di 2 musiche tanto diverse tra loro. Nel Decameron Negro regnano le immagini e l'atmosfera tribale.

E' un brano molto descrittivo, e Giulio Tampalini spiegava a Riccardo come, per un'interpretazione ottimale, era necessaria la lettura delle novelle che ispirarono Brower, immaginando di descrivere una jungla dominata da indigeni che corrono a piedi nudi per cacciare le loro prede.

Giulio indicava i momenti esatti rilevati dallo spartito.

Per lui, ma non solo per lui, lo spartito dice tutto. La musica stessa, se la sappiamo leggere con attenzione, ci rivela tutte le intenzioni del compositore. Attenzione, non parliamo di una fredda lettura delle note, ma della musica nella sua interezza. Non è un discorso così ovvio.

Bè alla fine della fiera, con l'aiuto di Giulio, Riccardo riesce a entrare proprio in quel tipo di atmosfera, e per chi lo ascoltava, sembrava davvero di cogliere momenti di un film sullo stile di Apocalipto o Mission. E' stata davvero più che una lezione di chitarra, una grande lezione di interpretazione.

Poi ecco il mio turno. Nel mio caso era ben diverso. Si trattava di Bach. In questo caso era la musica stessa a dover creare, con il minor sforzo possibile da parte dell'interprete, che anzi dovrebbe abbassarsi alla volontà monumentale del compositore tedesco.

Nessuna immagine, solo note che si susseguono una dietro l'altra dando vita a un'enorme architettura musicale. Bach funziona molto bene sulla chitarra, ma a condizione che da questa emerga tutta la conoscenza musicale di questo grande artista del contrappunto.

Insomma anche nel mio caso ho trovato davvero preziosi i consigli di Tampalini. Molti lo conosceranno per la sua attività concertistica, data la fama a livello internazionale, ma devo dire che, avendolo conosciuto sotto un altro aspetto, quello dell'insegnante, è stata davvero una bella esperienza che mi ha arricchito molto.

Ho avuto occasione di vederlo operare anche con ragazzi che erano ancora agli inizi, e la sua capacità di adattarsi ai diversi livelli ed esigenze era impressionante. Per questo mi sento di consigliarlo vivamente sia ai principianti che ai professionisti.

Ovviamente, da fondatore di un blog, mi sono sentito in dovere di non pensare solo a me, infatti mi sto già concordando con Giulio per invitarlo qui a ChitarraStudio, e tu potrai porgli tutte le tue domande e i dubbi a cui cerchi risposta! Credo che sarà una bella occasione per imparare qualcosa di nuovo!

Se sei già iscritto alla mia mailing list verrai avvertito automaticamente sull'incontro, altrimenti puoi scaricare il materiale gratuito che trovi sul blog e verrai iscritto automaticamente.

Fammi sapere cosa ne pensi lasciandomi un commento o via mail. Nel frattempo ti lascio a un video di una masterclass dello stesso Giulio Tampalini.

A presto!

Buona Musica

Davide

P.S. Da oggi è disponibile il Nuovo Programma Online del Maestro Giulio Tampalini. 

Se vuoi essere in grado di suonare la chitarra ENTRO 4 MESI senza perdere tempo a destra e sinistra CLICCA QUI SOTTO.

CORSO DI CHITARRA ONLINE

Se invece conosci già qualche accordo CLICCA QUI SOTTO

CORSO INTERMEDIO









3 commenti:

  1. BUON GIORNO MAESTRO E MOLTO INTERESSANTE,NATURALMENTE NN SONO AL VOSTRO LIVELLO, ANCHE SE HO STUDIATO.E SEMPRE ISTRUTTIVO ASCOLTARE BRAVI MUSICISTI,E MAGARI,CHIEDERE DEI CONSIGLI DA BRAVI MAESTRI COME TAMPALINI.SONO UN GRANDE ESTIMATORE DI DAVID RUSSELL,GORAN SOLLSCHER,LEO BROUWER,ROLAND DYENS,ANDREAS SEGOVIA ECC.TANTO PER CITARE QUALCHE NOME.LA RINGRAZIO E BUONA GIORNATA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te e in bocca al lupo per lo studio!

      Elimina
  2. E' ora disponibile il corso online completo di Giulio Tampalini alla pagina RISORSE. Ecco il link http://www.chitarrastudio.com/p/risorse.html

    RispondiElimina

I commenti volgari, offensivi o SPAM non verranno pubblicati.